venerdì 31 gennaio 2014

WEEK END IN VAL DI NON!

Eccomi!
A distanza di una settimana avevo tantissima voglia di raccontarvi il nostro scorso week-end in Val di Non così questa sera con una buona tazza di latte e miele, visto il raffreddore che mi sono presa, mi sono messa a pc e ho raccolto le nostre foto più belle.

Siamo stati a Cles, dove abita mio cognato Paolo, fedele lettore del mio blog a cui mando un saluto con l'augurio che domani possa venire da noi visto tutta la neve che in questi giorni è scesa, poi con lo slittino al Passo della Predaia, a cena a Flavon e infine, domenica, in visita a Trento.
Ci hanno accompagnato Davide, Alfonsa, Daniela e i nostri amati nipotini Marco e Irene che si sono divertiti un sacco con i cuginetti: una bella vacanza in famiglia in un posto davvero  incantevole!

Siamo stati ospiti per due notti e per due gustose colazioni, all'Agritur Renetta gestito dalla signora Cristina, una deliziosa padrona di casa che ci ha coccolato con succo di mela e biscottini al nostro arrivo e poi dolci, marmellate e pane fatto rigorosamente da lei per le mattine successive.



Eccovi altre immagini, queste degli interni...





Il nostro sabato in centro a Cles...
Il pomeriggio sulle piste da bob al Piano della Predaia...
Stanchi ma felici della magnifica giornata trascorsa siamo stati a cena a Flavon e abbiamo mangiato il "Tortel di patate", ottimo, accompagnato da salsiccia, speck e formaggi con contorno di radicchio rosso alla griglia, crauti crudi e fagioli...
La domenica a Trento,visita in centro accompagnati da un sole magnifico che non ci ha lasciati per tutto il week-end e pranzo in birreria...

E infine un ricordo da portare a casa e da utilizzare per le mie ricette, delle fantastiche mele della Val di Non...

E' stato proprio un fine settimana rilassante e rigenerante!

Buon sabato!





martedì 28 gennaio 2014

CROSTATA MORBIDA CON MARMELLATA ACE

Stavo cercando una giusta alternativa alla pasta frolla, magari un pochino meno burrosa, ma lo stesso friabile e gustosa, finalmente l’ho trovata!




Come cambiano i gusti, mi ricordo che da piccola i dolci con la pasta frolla non mi piacevano molto, il mio babbo ci portava spesso dalla sua panetteria delle crostate alla marmellata o dei biscottini di frolla e io riuscivo a lamentarmi perché erano sempre gli stessi e soprattutto, per i miei gusti di allora, troppo duri!
Adesso, ovviamente, li adoro! Più la frolla è friabile e fragrante più mi piacciono, trovo deliziosi gli abbinamenti con la marmellata, perfetti quelli con la ricotta e stupendi quelli con la cioccolata…che siano crostate o biscotti non fa differenza…insomma una vera dipendenza.
Ma i chiletti aumentano col passare del tempo, le mie due pause pranzo in palestra non bastano, dovrebbe tornare il bel tempo per poter passeggiare un pochino e tutto sarebbe più facile, ma visto che così non è ho cercato un’alternativa e questa la trovo perfetta, ve la consiglio di cuore, il gusto è sorprendentemente simile ma con lo yogurt che “aiuta” il burro la frolla diventa decisamente più leggera.
Per il ripieno questa volta ho scelto una marmellata particolare, bio, gusto ACE ma potete sbizzarrirvi come più vi preferite.

Ingredienti:
300 gr di farina
1 uovo
75 gr di yogurt bianco
75 gr di burro
½ bustina di lievito per dolci
125 gr di zucchero di canna
1 cucchiaino di miele
un pizzico di sale
300 grammi di marmellata 
2 cucchiai di zucchero a velo

  1. Con l’aiuto delle fruste elettriche sbatto lo zucchero con l’uovo finchè il composto non diventa chiaro.
  2. Aggiungo il burro ammorbidito nel microonde e lo yogurt e continuo a mescolare.
  3. Poco alla volta unisco la farina setacciata con la mezza bustina di lievito e un pizzico di sale.
  4. Quando il composto sarà formato da grosse “briciole” continuo ad impastare a mano e formo una palla.
  5. Stendo la pasta, conservandone un pochino per le strisce sopra, aiutandomi per stenderla col mattarello.
  6. Con un cucchiaio la riempio di marmellata, io ho usato quella gusto Ace ma immagino ci stiano benissimo tutte.
  7. Decoro con strisce di pasta
  8. Inforno a 180 gradi per 25 minuti.
  9. Quando tolgo dal forno lascio raffreddare e cospargo di zucchero a velo.

Per una sana e buona merenda o per un ottima colazione.

giovedì 23 gennaio 2014

ROTOLO DI FRITTATA CON TONNO E PISELLI

Che brave le nostre gallinelle, nonostante il freddo ci stanno regalando davvero tante uova così, oltre ad usarle per le varie preparazioni, una sera a settimana le facciamo in frittata.
Purtroppo Serena non le ama molto così io e papino studiamo diversi abbinamenti per cercare qualcosa che le piaccia e che le renda più piacevole la serata uova.

Questo rotolo le è piaciuto molto, il sapore del tonno e dei piselli con il formaggio fuso l'hanno stuzzicata e per una sera piatto pulito senza fatica!

Vi lascio la ricetta, spero piaccia anche a voi come a lei!

Ingredienti per un rotolo per noi 5:
10 uova 
200 gr di tonno sott'olio
200 gr di piselli (ho usato, in mancanza di quelli freschi, quelli surgelati)
2 cucchiai di passata
un quarto di cipolla
1 cucchiaino di olio EVO
200 gr di caciotta fresca
un cucchiaino di sale
mezzo bicchiere di latte
4 cucchiai di formaggio grana grattuggiato

  1. Rompo le uova un una terrina, ci aggiungo il sale, 3 cucchiai di grana e mezzo bicchiere di latte.
  2. Con le fruste elettriche amalgamo il composto per qualche minuto.
  3. Prendo la leccarda del forno, la copro con la carta forno e ci verso il composto.
  4. Inforno a 180 gradi per 12 minuti.
  5. Nel frattempo faccio saltare in padella la cipolla a fettine sottile con un cucchiaino di olio EVO, ci aggiungo i piselli e la passata e lascio cuocere, i piselli devono risultare croccanti fuori e morbidi dentro.
  6. Apro le confezioni di tonno e le lascio sgocciolare, poi raccolgo il tonno su un piatto e lo frantumo con la forchetta.
  7. Tolgo la frittata dal forno e la cospargo subito con la caciotta tagliata a fettine, con i piselli e col tonno e aiutandomi con la carta forno la avvolgo formando un bel rotolo.
  8. Cospargo il rotolo con l'ultimo cucchiaio di grana e porto in tavola ancora caldissima.

Buona cena!





martedì 21 gennaio 2014

PAN GOCCIOLI

Ecco, lo sapevo, sto diventando monotematica ma i dolcetti per la colazione fatti con la pasta madre stanno diventando una dolce abitudine a casa nostra!

Questi poi piacciono tantissimo ai bimbi per merenda e una volta surgelati e lasciati per qualche ora a temperatura ambiente ritornano buoni e soffici, se scaldati poi per qualche minuto nel microonde deliziosi!

Ormai anche la pasta madre non mi sembra così impegnativa, ogni tre giorni la rimpasto e poi almeno una volta alla settimana ci faccio il pane, un’altra volta la focaccia o la pizza e spesso le briochine!


Ingredienti:
400 gr di farina 00
100 gr di farina Manitoba
150 gr di pasta madre
50 gr di patata lessa
150 gr di zucchero di canna
3 tuorli
210 gr di latte
100 gr di burro
2 gr di sale
1/2 bacca di vaniglia
125 gr di gocce di cioccolato
mezza tazzina da caffè di latte per spennellare

  1. Faccio bollire la patata a quadretti, la scolo e la schiaccio subito con una forchetta, la lascio raffreddare e inizio l'impasto solo quando è perfettamente fredda.
  2. Metto le gocce di cioccolato per 10 minuti in freezer, così facendo evito che il cioccolato si sciolga e "colori" l'impasto.
  3. Metto nella macchina del pane (ma anche nella planetaria oppure a mano) la farina, il lievito ridotto in pezzetti, la patata lessa, schiacciata e fredda, i tuorli, lo zucchero di canna, i semi della vaniglia e metà del latte.
  4. Lavoro l'impasto per qualche minuto poi aggiungiamo lentamente il latte restante facendo attenzione ad aggiungerne solo quando il precedente goccio è stato assorbito, devo ottenere un impasto liscio e ben incordato.
  5. A questo punto posso aggiungere il burro fatto sciogliere a temperatura ambiente o per qualche minuto nel microonde.
  6. Infine aggiungo il pizzico di sale e le gocce di cioccolata e impastiamo ancora per un minuto.
  7. Divido l'impasto in palline che andremo a mettere sulla teglia coperta di cartaforno ben distanziate.
  8. Lascio lievitare 6/8 ore, io per comodità impasto alla sera e lascio lievitare fino al mattino.
  9. Trascorso il tempo necessario per la lievitazione spennello le palline con del latte e inforno per 13/15 minuti a 180°.
  10. Sforno e lascio raffreddare, ottimi se gustati tiepidi, buonissimi anche a temperatura ambiente!

Con l'augurio di dolci colazioni!


domenica 19 gennaio 2014

CUORI DI MAIS AI PETALI DI CALENDULA

Non ho conoscenze specifiche ma mi piace moltissimo capire come possono essere utili le piante e imparare, pian pianino ad utilizzarle.

Così come i rimedi naturali, li faccio miei, provo e riprovo e poi se sono soddisfatta mi piace consigliarli e pubblicizzarli: trovo strepitoso l’utilizzo dell’aceto, dell’acido citrico, degli oli essenziali e in particolare del tea-tree oil per gli attacchi di mal di gola e gli sciacqui contro la mia (per fortuna ormai saltuaria) candida.

Adoro la malva che trovo validissima lasciata in infuso e bevuta poi contro le infiammazioni, i semi di finocchio per attenuare il gonfiore, lo zenzero per la tosse e tutte le tisane.

Mi piace utilizzare le erbe aromatiche per la preparazione dei miei piatti, coltivate con cura durante l’estate e utilizzate fresche o conservate tritate col sale, seccate o congelate per l’inverno.
Ma questa mi mancava, unire a dei buonissimi biscotti dei delicati petali di fiore, arrivati, regalati dalla mia cara amica Paola, nella mia cucina e finalmente inseriti in questa semplice e genuina ricetta.

I petali della calendula, freschi o essiccati, venivano utilizzati fin dal tempo dei Romani come sostituto dello zafferano, del quale oltre al colore ricordano anche il sapore.
Ingredienti:
175 gr di farina 00
150 gr di farina di mais
100 gr di burro
100 gr di zucchero
3 tuorli
1 cucchiaino di lievito per dolci
3 cucchiaini di petali di calendula

1.   Nella planetaria con gancio “K” ho inserito i due tipi di farina, il lievito, il burro passato per 15 secondi nel microonde, lo zucchero e i tuorli e ho amalgamato, questo passaggio può essere effettuato benissimo anche a mano.
2.   Ho lasciato lavorare per  un paio di minuti e poi ho trasferito il composto sul tavolo, su di un tappetino di silicone.
3.     Dal sacchettino che mi è stato regalato ho preso tre cucchiaini di petali e li ho incorporati lavorando molto delicatamente e per pochissimo tempo il composto.
4.  Ho steso utilizzando due fogli di carta forno, uno sotto, uno sopra per non far appiccicare il mattarello e, con l’aiuto di uno stampino, ho ricavato dei cuori.

5.      Li ho posti su delle teglie da forno leggermente distanziati.
6.   Nel forno caldo a 180 gradi ho cotto i biscotti per 8 minuti circa o comunque finchè ai lati non hanno preso colore.


7.      Una volta raffreddati li ho trasferiti su un bel piatto, non prima perché sono delicatissimi!

Buona domenica!


giovedì 9 gennaio 2014

GIRELLE DOLCI CON CIOCCOLATO O FICHI

Come mi piace sbirciare fra i vostri blog e trovare ricette nuove da sperimentare, devo dire che ci sono blog bellissimi: adoro vedere delle belle foto o leggere quelle due righe che parlano di voi prima della presentazione della ricetta, capire in quale occasione le avete provate e prenderne spunto.

Ci sono poi blog che considero eccezionali, dove dalle immagini e dalle spiegazioni posso capire che chi scrive non solo ha una passione immensa ma si documenta, prova e riprova per passare ricette perfette, che seguite passo passo danno risultati eccezionali.

Non sarò mai come loro, con tre figli e un lavoro a tempo pieno non ne ho il tempo e comunque non sarei in grado di arrivare a certi livelli senza fare corsi o prendere lezioni, c’è da dire però che mi piace molto sperimentare e qui trovo “pane” per i miei denti.

Uno fra questi blog che, a mio parere, merita un bel 10 e lode è Fables de sucre, grazie alle ricette e alle spiegazioni di Claudio ed Eva mi sono cimentata nella prova del panettone e ne sono uscita soddisfatta, soffice e profumato, non perfetto ma per essere la prima volta devo ringraziare questi “maestri” per l’ottimo risultato.

Questa è un’altra loro ricetta, ho modificato il “ripeno”  in base agli ingredienti che avevo a disposizione (per un po’ voglio finire le provviste e portare la mia dispensa a zero!) e vi garantisco che anche così queste briochine sono meravigliose!
Ingredienti per le girelle:
125 gr di pasta madre
350 gr di farina 00
150 gr di farina Manitoba
200 gr di latte
1 uovo intero
1 tuorlo
130 gr di zucchero
70 gr di burro (ammorbidito a temperatura ambiente o nel microonde)
2 gr di sale

Ingredienti per il ripieno:
150 gr di marmellata di fichi
90 gr di cioccolato al latte tritato

Ingredienti per la finitura:
1 tuorlo d’uovo + 20 gr di latte miscelati insieme

  1. Verso nel contenitore della macchina per il pane (ma anche qui potete impastare a mano o con la planetaria) la pasta madre spezzettandola e unisco la farina, lo zucchero, l’uovo intero, il tuorlo e metà del latte.
  2. Impasto per qualche minuto poi aggiungo il sale e il resto del latte.
  3. Una volta amalgamato il tutto, quando il composto risulta liscio e omogeneo cioè incordato, incorporo poco alla volta il burro e lascio lavorare per qualche minuto.
  4. Ribalto la pasta su un tappetino di silicone e faccio una bella palla pirlando il composto.
  5. Sposto la pasta in una ciotola che conservo in frigorifero per tutta la notte.
  6. Al mattino prendo la pasta e la divido in due tirandola col mattarello e formando due rettangoli (dimensione 40X35 circa).
  7. Cospargo i rettangoli uno con la marmellata e uno (per i cuccioli) con il cioccolato tritato avendo l’accortezza di lasciare sul lato più lungo 2 cm circa vuoti che serviranno, una volta arrotolato, per chiudere il mio rotolo.
  8. Sposto i rotoli per 15 minuti circa in freezer, poi li riprendo e li taglio a “fette” spesse circa 4 cm.
  9. Dispongo le fette ben distanziate su delle teglie coperte di carta forno e copro con della pellicola, per non far seccare la superficie. Lascio lievitare per 8 ore circa.
  10. Prima di infornare spennello con la miscela di uovo e latte.
  11. Inforno per 15/18 minuti in forno statico a 175 gradi.



Da provare e non fatevi spaventare dal procedimento, sono facilissime, ce l’ho fatta anch’io!!!!



lunedì 6 gennaio 2014

DOLCE LATTE

Buongiorno befanine, stanche delle corse notturne?

Per noi oggi sarà un giorno della Befana all'insegna del divertimento: aspetto che i bambini scendano per fargli cercare (ben nascoste per casa) le calze che contengono qualche dolcetto e delle cosine necessarie per l'asilo e per la scuola, niente sprechi, il Natale è già stato fin troppo generoso!
Così ho riempito le calze con colle e penne per Lorenzo e babbucce nuove per la scuola materna per Serena e Andrea e poi uno spazzolino nuovo per tutti, con l'arrivo dei dolcetti è necessario.

Nel pomeriggio andiamo invece a teatro a vedere papino che si esibisce con il corpo musicale e poi pizzata in serata per concludere questa giornata e il periodo di vacanza, da domani si ricomincia a pieno ritmo!(SIGH!)

Così vi lascio questo dolce che noi abbiamo gustato ieri a pranzo dai nonni, veloce da preparare e molto buono, ho preso spunto per la ricetta da Giallo Zafferano, la consistenza può essere quella di un budino se lasciato riposare in frigor o quella di un semifreddo se passato in freezer, io ho optato per la seconda opzione.
Nei piatti lo abbiamo servito con una ganache di cioccolato fondente ma lasciate fare alla fantasia, si può sostituire con una base di biscotto come suggerito sul sito o, come suggerito da me, con  frutti di bosco caldi, crema pasticcera o semplicemente granelli di noccioline. 
Ingredienti:

200 ml di panna fresca liquida
8 gr di agar agar
450 gr di ricotta
400 gr di latte condensato


  1. Prendo una tazzina da caffè di panna fresca e gli aggiungo l'agar agar che mescolo bene per farlo sciogliere.
  2. Nella planetaria metto la ricotta col latte condensato e con la frusta lavoro per 8 minuti in modo da togliere eventuali grumi.
  3. Scaldo in un pentolino la panna della tazzina con l'agar agar, quando prende il bollore spengo e amalgamo pian piano al composto con la ricotta.
  4. Aggiungo al composto anche la restante panna e, sempre con la frusta, lascio lavorare qualche minuto.
  5. Prendo uno stampo da plum-cake che rivesto con la pellicola, ci verso il composto e metto nel freezer per tutta la notte (dovrebbero bastare anche 4/5 ore), viceversa se voglio una consistenza budinosa lascio riposare in frigo per almeno 4 ore.
  6. Prima di servire passo il fondo dello stampo sotto l'acqua calda, rovescio su un piatto da portata e lascio a temperatura ambiente per un'ora.

Buona befana!






sabato 4 gennaio 2014

MINI HAMBURGER

Abbiamo a casa, sulla mensola della cucina, un libro veramente bello dal titolo "Piccoli grandi chef" che Lorenzo prossimo ai nove anni, con quella voglia di cucinare che anch'io già alla sua età avevo, ogni tanto sfoglia e si diverte ad osservare.
Un paio di mesi fa mi ha chiesto di provare una ricetta e, con il mio aiuto, l'ha portata a termine meritandosi tanti complimenti, da allora ad oggi l'abbiamo cucinata diverse volte.

Devo dire che ci è piaciuta molto, gustosa e saporita ed è stato un buon pretesto per provare il ketchup e la maionese Bio di Natura è Piacere.
Vi lascio la ricetta, provatela e se volete fatevi aiutare dai bimbi, si divertiranno moltissimo!
Ingredienti:

250 gr di macinato di manzo magro
50 gr di parmigiano reggiano grattugiato
30 gr di pangrattato
1 cucchiaio di olio d'oliva
1/2 spicchio di aglio spellato
1 cucchiaio di cipolla tritata
1 uovo
1 cucchiaio di origano (per noi il nostro, piantato in giardino e fatto essiccare quest'estate)
olio EVO q.b.

La spiegazione di questa ricetta è facilissima!
  1. Mettiamo tutti gli ingredienti in una ciotola e impastiamo bene con le mani.
  2. Formiamo 12-16 polpette e le schiacciamo un po'. Le facciamo riposare una mezz'oretta in  frigorifero
  3. Cuociamo gli hamburger in una pentola con dell'olio EVO
  4. Tagliamo i panini, noi li facciamo in casa, farciamo a piacere con una fettina di formaggio, dei pomodori o dell'insalata e con una spalmate delle (buonissime!!) salse Natura è Piacere

Così sono davvero gustosi e vi consiglio vivamente di provare questi prodotti: il ketchup a detta dei miei figli è il migliore che abbiano mai assaggiato e la maionese, come ha provato la loro mamma golosona, è speciale, non ha quel retrogusto di conservanti, è compatta e soda e mooolto buona!
E' bello prendersi cura dei propri bimbi, ma anche dei propri cari, scegliendo prodotti di qualità e genuini.
Ci siamo iscritti anche al gruppo di acquisto solidale (GAS) del nostro paese e stiamo provando ad acquistare prodotti a chilometri zero, li troviamo davvero diversi.
Natura è Piacere l'ho incontrata invece, per caso, sul WEB, correte a visitare il loro sito, hanno anche una sezione di ricette molto buone, da provare, così come i loro prodotti.

Buona domenica!


mercoledì 1 gennaio 2014

BRIOCHES ALLA ZUCCA

Eccoci arrivati, il nuovo anno è iniziato e noi ci siamo svegliati comodamente verso mezzogiorno.
Pranzo veloce per i bimbi, un caffè per me e papino, ieri sera abbiamo mangiato davvero tanto, tutto buonissimo, molto piacevole la compagnia dei nostri più cari amici, giochi in scatola e fontane luminose, cibi preparati con amore e tanta serenità, proprio come vorrei che fosse ogni giorno di questo 2014!

Vi lascio la ricetta di queste brioches alla zucca, morbidissime e ancora più golose se farcite, ormai cotte, con marmellata, crema di nocciole o un filo di miele; fragranti e delicate, merito anche qui della nostra pasta madre.
 La ricetta l'ho presa in prestito da questo bellissimo blog Pan di Pane: tantissime ricette a base di pasta madre e non solo, una piacevole fonte di ispirazione!

Ingredienti:
120 grammi di zucca cotta al forno
350 gr di farina manitoba
60 gr di Pasta Madre
60 gr di burro fatto ammorbidire nel microonde (olio di Soja nella ricetta originale, sicuramente più dietetico!)
70 gr di zucchero di canna 
buccia di un limone grattugiata
3 gr di sale

  1. Faccio cuocere la zucca in forno a 180 gradi per 45 minuti. La lascio raffreddare e con l'aiuto di un passaverdura la riduco in purea.
  2. Frullo in un recipiente la polpa della zucca con l'acqua e la Pasta Madre ottenendo un composto cremoso e omogeneo.
  3. Verso il composto nella macchina per il pane (o nella planetaria o continuo impastando a mano), aggiungo la farina, lo zucchero e quando tutto sarà incordato il burro fuso. Lascio impastare per una decina di minuti.
  4. Faccio riposare l'impasto per 2-3 ore in un luogo tiepido, e per altre 6 ore in frigor.
  5. Tolgo dal frigor, lascio riprendere l'impasto per un'oretta a temperatura ambiente. Lo stendo poi formando un cerchio che dividerò prima in 12 spicchi che arrotolati formeranno i miei cornettini.
  6. Lascio lievitare sulla placca sa forno per tutta la notte, 8 ore circa, al mattino prima di infornare li spennello con un pochino di latte.
  7. Inforno a 170 gradi per 20 minuti circa e lascio raffreddare.

Con tanti auguri per 365 allegre e spensierate colazioni!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...